84 Charing Cross Road è il titolo del romanzo di Helene Hanff (di cui troverete una recensione nel blog) che racconta la corrispondenza tra la scrittrice e Frank Doel, librario della libreria Mark & Co situata all’omonimo indirizzo a Londra.
La Mark & Co chiuse nel 1970.
Ecco, ci è piaciuta l’idea di posizionarci lì, di essere la libreria che non esiste più, di reincarnarci in quei librai che consigliavano, conoscevano, vivevano di libri e di parole.
84CC vuole essere un luogo di incontro, di dibattito, di scambio di cultura ed opinioni. Un luogo dove la letteratura si senta a casa.

“Voler leggere, voler pensare, voler sapere”
Nina Berberova, Il corsivo è mio (Biblioteca Adelphi)

 

REDAZIONE

Annalisa Trabacchin
Annalisa viene dagli anni Settanta, è mamma, sorella, amica. Laureata in Scienze dell’Informazione, fa l’informatica. Da più di dieci anni si occupa di scrittura in (quasi) tutte le sue articolazioni. È nata per creare, organizzare e dirigere qualsiasi cosa, meglio se eventi fatti di parole, scrittura e narrazione.

Gabriele Sciuto
Parafrasando John Niven: Gabriele è un maschio, bianco, etero. Vive in un posto vicino a Venezia. Ama tutto dei libri. Il loro contenuto e quello che ci gira intorno. Quello che vorrebbe è leggere parole inedite e mettervele sotto agli occhi, per il momento si accontenta di suggerirvi quelle già pubblicate.

Sole Bozzi
Nata a Roma nel 1979 vive a Latina dal 2013. Non sa bene cosa la gente dice di lei e non crede di volerlo veramente sapere. Quello che sa, è che l’unica cosa che le riesce davvero bene nella vita è leggere. I suoi libri sono ovunque, il suo pc è pieno di serie tv, film, ebook e musica. Il suo migliore amico è un notebook, grazie al quale cercherà di condividere le sue letture con voi e spera che la scuserete se a volte parlando di un libro finirà per citare film o una serie tv, non può farne a meno, capite? Per lei sono una nuova forma di letteratura.

Giulia Rossi
Giulia odia descrivere se stessa perché lo trova un po’ troppo autoreferenziale per i suoi gusti, ma ci proverà. Laureata in filosofia, cinefila e cinofila; parafrasando Francesco Guccini, di cui ha una venerazione smodata, ritiene che “le stagione ed i sorrisi” sian “denari che van spesi con dovuta proprietà.”

Enrico Losso
Nato in provincia di Treviso nel 1974, abita a Ferrara e lavora a Bologna. È un lettore pendolare, anche se non disdegna l’osservazione prolungata della gente nei treni. Ha un debole per i graphic novel. Ama le matite appuntite, la vaniglia e il numero 27. Tanto legge, tanto scrive: ha pubblicato racconti e un romanzo.

Anna Girardi
Anna è una lettrice notturna compulsiva, una studiosa di libri, un’amante dei libri, circondata da libri, divoratrice di libri, che i libri se li porta appresso sempre, come gli occhiali sul naso, per leggere meglio il mondo.

Maura Campo
Nata in Sicilia nel 1989, vive da tre anni a Venezia dove si è laureata in filosofia. Maura ama la carta: legge, scrive, disegna e fa origami. Lei stessa si paragona ad un foglio sul quale sono impressi segni, colori e pieghe. E’ affascinata dalle parole: dette, scritte, o anche solo pensate. Fermamente convinta che la scrittura e la lettura siano le armi più potenti contro l’oblio, accumula libri, quaderni e fogli, col sospetto che un giorno non ci sarà più spazio per lei in casa.

Federica Stella
Federica è nata nel 1992 a Pordenone. E’ molto timida e introversa. Sta terminando la magistrale in lettere e desidera un giorno diventare una professoressa. Ma forse anche una giornalista e forse una scrittrice. Questi sono i suoi sogni nel cassetto, nascosti tra tanti libri che divora con passione.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

Paolo Gallina
Nato nel secolo scorso in una casa di Rialto a Venezia.
Instancabile lettore, non dispera di trovare nei libri la felicità e il senso della vita.
Affetto da inguaribile passione per la letteratura e per l’Inter, parafrasando Giulia Rossi, cita Guccini laddove canta: “sogno dietro a frasi di canzoni, dietro a libri e ad aquiloni, dietro a ciò che non sarà.”

Alberto Cane
Nato a Torino nel 1966, Segretario Comunale per professione, lettore per vocazione, considera leggere i classici come un passatempo e le novità editoriali come un obbligo.
Afflitto da senso di colpa per non riuscire, per lo meno, a leggere i libri che possiede, e dall’ansia di non trovare posto in casa per quelli che acquista, spera però in cuor suo di contagiare i propri tre figli, che stanno imparando a leggere, con le stesse ansie ed afflizioni.